Cassetto Fiscale Agenzia delle Entrate: cos’è e come funziona

Cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un servizio di consultazione online dell’Agenzia delle Entrate dove ogni contribuente può controllare la propria posizione fiscale, verificando le dichiarazioni fiscali presentate, le tasse pagate, i contributi spettanti, eccetera. La consultazione di questi dati può essere delegata ad un intermediario autorizzato, tipicamente il proprio commercialista.

In questo articolo cerchiamo di vedere come si accede e quali dati si possono consultare nel cassetto fiscale.

Cos’è il cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate

Il cassetto fiscale è un servizio online messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per la consultazione delle informazioni fiscali di ogni contribuente: è un area riservata accessibile da ogni contribuente (persona fisica o giuridica), direttamente dal sito agenziaentrate.gov.it/.

Nel cassetto fiscale, ogni contribuente trova le seguenti informazioni:

  • dati anagrafici
  • dichiarazioni fiscali
  • ISA
  • crediti IVA e agevolazioni
  • comunicazioni
  • rimborsi
  • versamenti
  • dati di registro

 

Cosa si può fare con il cassetto fiscale

Tramite il cassetto fiscale si consultano informazioni sulla propria situazione fiscale: il contribuente può visionare, salvare e, in alcuni casi, anche stampare i documenti per poterli archiviare sul proprio computer. I possessori di partita Iva possono generare dal cassetto fiscale il QR code contenente tutti i dati di fatturazione.

L’accesso al cassetto fiscale risulta, inoltre, particolarmente utile in caso di accertamenti fiscali: velocemente il contribuente può recuperare dichiarazioni, atti, ricevute e altro per fornire prove o verificare e regolarizzare la sua posizione fiscale. Tra le varie funzionalità di consultazione, è possibile  anche visualizzare una pagina informativa con la sintesi di come sono state destinate le imposte della dichiarazione dei redditi, ovvero come sono state ripartite nelle varie voci di spesa pubblica.

Non è possibile da qui interagire con l’Agenzia delle Entrate, ma il fine è solo consultativo.
Vediamo nella tabella seguente tutte le sezioni contenute nel cassetto fiscale.

 

SERVIZIODESCRIZIONE SERVIZIO
AnagraficaIn questa sezione sono riportati tutti i dati anagrafici del contribuente: indirizzo e domicilio attuali e precedenti, codice fiscale, indirizzo PEC, l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate associato al domicilio fiscale.

Se il soggetto è anche titolare di partita IVA vengono indicati tutti i dati identificativi delle attività intestate al soggetto, i dati del depositario delle scritture contabili. La sezione consente di scaricare il QR code (formato PDF o GIF) relativo alla partita IVA, dove è memorizzato anche l’indirizzo telematico per la fatturazione elettronica.

Dichiarazioni FiscaliIn questa sezione sono è possibile consultare e scaricare nel formato PDF (per ciascun anno presente):

  • Modello 730
  • Modello Unico/Redditi Persone Fisiche
  • Certificazione Unica (a partire dal 2017)

E poi possibile consultare:

  • Redditi percepiti
  • l’elenco di chi ha richiesto l’accesso alla dichiarazione precompilata
  • la destinazione dell’8, 5 e 2 per mille
ISA/Studi di SettoreIn questa sezione è possibile scaricare il file XML delle pre-calcolate ISA relative al periodo d’imposta selezionato, da utilizzare per l’applicazione degli ISA, mediante il programma informatico realizzato dall’Agenzia delle entrate.
Crediti IVA/Agevolazioni utilizzabiliIn questa sezione sono riportati gli eventuali crediti IVA e i dati relati al controllo delle compensazioni del credito IVA annuale per i soggetti titolari di partita IVA.
ComunicazioniIn questa sezione vengono inserite tutte le informazioni relative alle dichiarazioni di Condono e alle comunicazioni di Concordato presentate. I modelli disponibili sono:

  • Dichiarazione di Condono
  • Comunicazione di Concordato
  • Comunicazione IVA 26
  • Opzione IRAP
RimborsiIn questa sezione vengono riportate tutte le informazioni che riguardano i rimborsi che sono stati riconosciuti ed erogati, relativamente alle annualità disponibili in archivio.
I documenti disponibili sono:

  • Rimborsi II.DD. – rimborsi erogati a seguito della liquidazione della dichiarazione dei redditi.
  • Rimborsi IVA – rimborsi automatizzati, identificati nell’ufficio da un numero detto cronologico, scaturiti da dichiarazioni ed istanze di tipo IVA.
VersamentiIn questa sezione sono riportate le informazioni relative ai versamenti effettuati, a partire dall’anno 1998, tramite i modelli di pagamento F23 e F24; inoltre sono riportate le ulteriori disposizioni di pagamento tramite addebito telematico.
Dati del RegistroIn questa sezione sono riportate le informazioni relative agli Atti registrati presso gli uffici dell’Agenzia a partire dal 1986 e le informazioni relative alle Denunce SIRIA e IRIS.
Gli atti sono suddivisi in:

  • Atti di qualunque natura, ad eccezione delle successioni e di quelli giudiziari
  • Successioni
  • Atti Giudiziari – es. Decreti di trasferimento

 

 

Come si accede al cassetto fiscale

Al cassetto fiscale si accede tramite la propria Area Riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate: https://www.agenziaentrate.gov.it.

 

Agenzia delle Entrate: accesso all'area riservata

Agenzia delle Entrate: accesso all’area riservata

 

L’accesso per i cittadini è possibile tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi),  in conformità al Decreto Semplificazione (DL n. 76/2020). I professionisti e le imprese devono accedere tramite le credenziali Entratel, Fisconline e Sister, rilasciate dall’Agenzia stessa.

Cassetto fiscale: login per accedere

Cassetto fiscale: login per accedere

 

Effettuato l’accesso all’area riservata, è possibile accedere a tutta una serie di servizi che il sito raggruppa in macro aree.

Fisconline: tutti i servizi offerti

Fisconline: tutti i servizi offerti

 

Per accedere al cassetto fiscale bisogna cliccare sul servizio Consultazioni e Ricerca.

 

Fisconline: menù servizio "Consultazione e Ricerca" dove si trova il Cassetto Fiscale

Fisconline – Menù servizio “Consultazione e Ricerca”: da qui si seleziona il Cassetto Fiscale

 

Cliccando sulla voce Cassetto fiscale il sistema ci porta in questa schermata:

Accesso cassetto fiscale

Accesso al Cassetto Fiscale nell’area Fisconline Agenzia delle Entrate; esempio di accesso da parte di un cittadino

 

Cliccando sul tasto Cassetto Fiscale si entra nella propria area, dove di default viene proposta la sezione dei dati anagrafici dell’utente.

 

Cassetto Fiscale personale utente

Cassetto Fiscale personale utente

 

 

Cosa si trova nel cassetto fiscale

Il cassetto fiscale presenta un menù con varie sezioni, così articolato:

Cassetto fiscale: elenco delle sezioni consultabili

Cassetto fiscale: elenco delle sezioni consultabili

Prima dei dati puramente fiscali, c’è una sezione, denominata “L’Agenzia scrive“, dove il contribuente può consultare determinate comunicazioni attinenti alla fiscalità stessa (ad esempio comunicazioni per anomalie rilevate sui versamenti periodici IVA oppure l’esclusione dalla banca dati VIES).  La schermata si presenta così:

 

Cassetto fiscale: sezione "L'Agenzia scrive"

Cassetto fiscale: sezione “L’Agenzia scrive”

Vediamo nel dettaglio quali servizi l’utente può consultare nel sul cassetto fiscale.

 

Anagrafica

In questa sezione il contribuente verifica i propri dati anagrafici (nome cognome, data di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza). Qualora l’utente abbia una partita IVA aperta, è possibile consultare i dati riguardanti la propria attività economica e la data di avvio della partita IVA. Inoltre si può generare il Qr code (in formato PDF o immagine) che contiene tutti i dati relativi alla partita IVA.

 

Cassetto fiscale: generazione del Qr code per la Partita IVA

Cassetto fiscale: generazione del Qr code per la Partita IVA

 

Si può anche verificare quale ufficio dell’Agenzia delle Entrate è associato al domicilio fiscale del contribuente. Inoltre sono disponibili tutti i dati anagrafici dei propri rappresentanti, depositari.

 

Dichiarazioni Fiscali

In questa sezione il contribuente può verificare tutte le informazioni relative alle dichiarazione fiscali (ad esempio Modelli 730, Modello Unico) presentate dall’anno d’imposta 1998 in poi. Per ciascuna di queste dichiarazioni si può scaricare, in formato PDF, l’intera dichiarazione oppure i singoli quadri del documento. Per ogni dichiarazione liquidata si può consultare la comunicazione dell’Agenzia che riporta l’esito dei controlli in fase di liquidazione.

 

Cassetto fiscale: consultazione dichiarazioni fiscali

Cassetto fiscale: consultazione dichiarazioni fiscali

 

L’utente, quindi, potrà consultare, stampare in PDF e verificare i dati relativi a:

  • Modelli 730  e 730 precompilati
  • Modello Unico o Redditi Persone fisiche
  • Certificazione Unica
  • Redditi percepiti: sono informazioni tratte dalle dichiarazioni fiscali dei sostituti di imposta.
  • Accessi effettuati alla dichiarazione precompilata: per una questione di privacy, l’Agenzia permette di consultare l’elenco di chi ha richiesto l’accesso alla dichiarazione precompilata.
  • Scelta 8, 5 e 2 per mille: per ogni dichiarazione presentata viene illustrato un riepilogo dei destinatari scelti dal contribuente dell’8, 5 e 2 per mille
  • Destinazione imposte: l’Agenzia permette a ciascun contribuente di vedere come sono state ripartite le proprie imposte versate (ad esempio nel 2023 sono presenti le destinazioni relative alle dichiarazioni dei redditi per l’anno di imposta 2021). Riportiamo di seguito un esempio di queste informazioni:

 

Cassetto fiscale: destinazione imposte versate

 

Cassetto fiscale: destinazione imposte versate

Cassetto fiscale: destinazione imposte versate

 

ISA e Studi di settore

In questa sezione il contribuente può scaricare il file XML delle pre-calcolate ISA relative al periodo d’imposta che viene selezionato e che può utilizzare per l’applicazione degli ISA, tramite software dichiarazioni del commercialista o il programma informatico realizzato dall’Agenzia delle entrate. Questi dati vengono tratti dai dati che l’Agenzia ha a disposizione come ad esempio le dichiarazioni dei redditi degli anni precedenti, i dati delle banche fiscali.

Oltre a queste informazioni, sono disponibili i seguenti documenti:

  • Anomalie telematiche e comunicazioni relative ad eventuali anomalie che l’Agenzia riscontra in sede di trasmissione della dichiarazione, a seguito dei controlli telematici tra UNICO/REDDITI e dati degli studi di settore/ISA.
  • Inviti a presentare i modelli ISA
  • Segnalazioni inviate dal contribuente o dall’intermediario per eventuali comunicazioni in merito ai dati esposti nei modelli.
  • Modelli ISA/Studi di Settore trasmessi
  • Prospetto pluriennale studi di settore con il prospetto riepilogativo contenente le informazioni essenziali degli studi di settore presentati per i quinquenni 2009-2013, 2010-2014, 2011-2015, 2012-2016 e 2013-2017.
  • Pre-calcolate ISA con la possibilità di scaricare in formato XML i dati “pre-calcolati” ISA.

 

Crediti IVA e Agevolazioni Utilizzabili

In questa sezione vengono riportate le informazioni relative all’utilizzo in compensazione del credito IVA e delle agevolazioni di cui il contribuente è beneficiario, concesse dalla Pubblica Amministrazione. In particolare per quest’ultime vengono riportati gli importi concessi e il termine temporale entro cui possono essere utilizzate per compensazione e tutti gli importi già portati a compensazione.

 

Comunicazioni

In questa sezione si trovano tutte le informazioni relative:

  • alle Dichiarazioni di Condono L.289/2002, Art.8, 9, 9-bis, 14
  • alle Comunicazioni di Concordato L.289, Art.7
  • al Concordato Preventivo Biennale Art.33 della legge 30 settembre 2003, N.269
  • alla Comunicazione Modello IVA 26
  • all’ Opzione IRAP Art. 5-bis, c. 2, d.lgs. n.446/1997
  • alle Dichiarazioni di Intento
  • alle Dichiarazioni Leasing/acquisto nautica
  • alle Richieste di accesso alla Procedura di riversamento del credito di imposta
  • ai Modelli 730-4

 

Rimborsi

In questa sezione sono contenuti i dati dei rimborsi II.DD. (imposte sui redditi), erogati a seguito della liquidazione della dichiarazione dei redditi, e i dati dei rimborsi IVA automatizzati, scaturiti da dichiarazioni ed istanze di tipo IVA.

 

Versamenti

In questa sezione si trovano tutti i dati dei versamenti effettuati tramite i modelli F23 e F24, le quietanze degli F24 e le ulteriori disposizioni di pagamento effettuate mediante addebito telematico. Le informazioni dei versamenti fatti con F23 e F24 sono visualizzabili in formato html e in formato PDF; è possibile stampare il formato pdf del modello di pagamento. La sezione, inoltre, dispone di un’ulteriore funzionalità, Ricerche tributi F24, che permette di cercare in tre diversi modi i pagamenti effettuati con modello F24:

  • per tributo/ente impositore e anno d’imposta/di riferimento
  • per tributo/ente impositore e data di versamento
  • per versamenti abbinati dove si mettono insieme vari parametri (ad esempio data di versamento e tipologia tributo).

 

Dati del Registro

In questa sezione vengono riportate le informazioni sugli atti registrati negli uffici dell’Agenzia a partire dal 1986 e le informazioni relative alle denunce SIRIA (modello di denuncia per la registrazione telematica dei contratti di locazione a uso abitativo con la cedolare secca) e IRIS (modello di denuncia per la registrazione telematica dei contratti di locazione a uso abitativo e per la liquidazione delle imposte di registro e di bollo). Gli atti identificano in pratica i vari documenti scritti (di natura amministrativa, negoziale o giudiziaria) che hanno effetti giuridici.

 

 

Come si scaricano i documenti dal cassetto fiscale

In alcune sezioni (ad esempio Anagrafica e Dichiarazioni Fiscali) del cassetto fiscale il contribuente può scaricarsi i documenti nel formato PDF. Nella relativa sezione è presente il tasto che consente il download del documento consultato. Vediamo di seguito un esempio con il Modello 730.

 

Download documenti in pdf nel cassetto fiscale

Download documenti in PDF nel Cassetto Fiscale

 

Come trovare una fattura elettronica nel cassetto fiscale?

Anche se nel linguaggio comune spesso si usa dire “scaricare le fatture elettroniche dal cassetto fiscale”, in realtà si tratta di un’espressione impropria perché le fatture elettroniche possono essere scaricate dal sito Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate, accessibile anche dalla sezione (vista prima) Consultazioni e Ricerca dell’area riservata con la quale si accede allo stesso cassetto fiscale.

Fisconline: consultazione Cassetto Fiscale e Fatturazione Elettronica

Fisconline: consultazione Cassetto Fiscale e Fatturazione Elettronica

Da qui il sistema porta l’utente nella schermata seguente:

Fisconline: accesso alla Fatturazione Elettronica

Fisconline: accesso alla Fatturazione Elettronica

 

La sezione di sinistra è dedicata alle persone fisiche che, in qualità di consumatori finali, vogliono accedere alla consultazione e il download delle proprie fatture di acquisto. La sezione di destra è invece dedicata ai soggetti titolari di partita IVA e porta l’utente nel portale di Fatture e Corrispettivi.

Rimandiamo all’articolo “Le fatture elettroniche si trovano nel cassetto fiscale?” nel quale abbiamo appunto risposto alla domanda e dove illustriamo tutti i passaggi da effettuare per poter accedere e scaricare le proprie fatture elettroniche.

 

Cassetto fiscale: delega alla consultazione

L’Agenzia delle Entrate ha previsto la possibilità di delegare fino al massimo a due intermediari (solitamente commercialisti o consulenti del lavoro) la possibilità di consultare i dati presenti nel cassetto fiscale. La delega può avvenire attraverso una delle seguenti opzioni:

  • Accesso on line: utilizzando l’apposita funzionalità, disponibile per gli utenti registrati ai servizi telematici;
  • Consegna all’intermediario della delega: consegnando all’intermediario scelto la delega in pdf compilata unitamente alla copia di un documento di identità. In questo caso, il delegante riceverà, presso il suo domicilio fiscale, un codice di attivazione che dovrà poi consegnare all’intermediario. In caso di mancato recapito del codice di attivazione, decorsi 15 giorni dall’invio dei dati da parte del professionista, il delegante potrà recarsi presso un ufficio territoriale dell’Agenzia e richiedere l’attivazione della delega dichiarando la mancata ricezione del codice di attivazione
  • Consegna della delega ad un ufficio dell’Agenzia delle Entrate: il delegante potrà compilare lo stesso modello di delega di cui sopra e consegnarlo direttamente in qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate

La delega per il cassetto fiscale ha una durata pari a quattro anni e può essere rinnovata per ulteriori quattro anni. Il delegante ha comunque sempre la possibilità di revoca della delega: basterà utilizzare lo stesso modulo di delega per comunicare all’intermediario la revoca e darne poi comunicazione via telematica all’Agenzia delle Entrate.

 



 

Vuoi saperne di più?

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci subito: siamo a tua completa disposizione!