Credito d’Imposta per Formazione 4.0

Bonus 2020 per il credito d'imposta formazione 4.0

Anche quest’anno le imprese che investono nella formazione dei propri dipendenti finalizzata all’acquisizione o al consolidamento di competenze tecnologiche inquadrate come “formazione 4.0 “( integrazione del digitale nei processi aziendali) possono usufruire di un bonus fiscale pari al 50% delle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili.

La Legge di Bilancio 2020 ha, infatti, prorogato questa agevolazione stanziando 150 milioni di euro per l’anno 2021. La misura è volta a stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

Vediamo insieme le novità previste dal Governo e come funziona il credito d’imposta per la formazione.

Che cos’è il credito d’imposta Formazione 4.0

Il credito d’imposta per la formazione 4.0 è un’agevolazione fiscale che lo Stato riconosce, sotto forma di credito d’imposta, ai soggetti che investono in attività formative, volte all’acquisizione o al consolidamento delle tecnologie utili alla trasformazione tecnologica e digitale previste nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

Importi agevolabili

Il bonus 2020 viene erogato in base all’ammontare del costo del personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione 4.0 per cui il personale stesso è impegnato, nelle seguenti percentuali:

Piccole Imprese Medie Imprese Grandi Imprese
% Importo del Credito delle Spese Ammissibili 50%
del costo aziendale
40%
del costo aziendale
30%
del costo aziendale
Limite Massimo Annuale 300.000 € 250.000 € 250.000 €

A prescindere dalla dimensione dell’azienda, la percentuale del credito d’imposta può arrivare al 60%, fermi restando i limiti massimi annuali, qualora i lavoratori dipendenti destinatari della formazione rientrino nelle categorie di lavoratori svantaggiati o molto svantaggiati, definiti così dal decreto ministeriale del lavoro e delle politiche sociali del 17/10/2017. Questi sono, ad esempio, lavoratori che non hanno un regolare stipendio da almeno sei mesi oppure hanno un età compresa tra i 15 e i 24 anni oppure un’età superiore ai 50 anni oppure sono adulti che vivono con una più persone a carico e così via.

Cosa s’intende per Formazione 4.0

Si tratta di un’agevolazione che era già stata introdotta nella Legge di Bilancio 2018

Credito di Formazione 4.0 Ambiti di applicazione

Credito di Formazione 4.0 Ambiti di applicazione

Fonte immagine: Piano Impresa 4.0 Risultati 2017 e Azioni 2018 del MISE e MEF

 

Spese ammissibili per il credito d’imposta Formazione 4.0

In riferimento alle attività ammesse per il credito d’imposta per la formazione, nulla è cambiato rispetto al 2018. Pertanto le spese ammissibili devono riguardare esclusivamente le tecnologie abilitanti ossia le tecnologie rilevanti in generale per il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, rientranti nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

Facciamo qui un riepilogo veloce:

  • big data e analisi dei dati
  • cloud e fog computing
  • cyber security
  • sistemi cyber-fisici
  • prototipazione rapida
  • sistemi di visualizzazione e realtà aumentata
  • robotica avanzata e collaborativa
  • interfaccia uomo macchina
  • manifattura additiva
  • internet delle cose e delle macchine
  • integrazione digitale dei processi aziendali

Gli ambiti in cui si potranno svolgere le attività formative 4.0 ammesse al credito d’imposta sono:

  • vendita e marketing
  • informatica e tecniche
  • tecnologie di produzione

Le attività formative possono essere organizzate direttamente dall’azienda, utilizzando il proprio personale come docenti, oppure erogate da personale esterno. In questo caso, oltre ai soggetti previsti dal decreto istitutivo dell’agevolazione (aziende accreditate per la formazione, università pubbliche e private, eccetera),  la legge di bilancio 2020 ha aggiunto anche gli Istituti tecnici superiori.

Chi può usufruire del bonus 2020 per la Formazione 4.0

Il credito d’imposta per la formazione può essere usufruito da tutte le imprese che hanno sede in Italia. Non influiscono nel diritto all’agevolazione:

  • la tipologia di forma giuridica,
  • il settore economico in cui l’azienda opera,
  • la dimensione,
  • il regime contabile adottato,
  • il sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.

Possono richiedere il credito d’imposta anche:

  • le stabili organizzazioni di aziende non residenti nello stato italiano, ossia quelle aziende che possono dimostrare di avere un’attività continua e significativa nel territorio italiano;
  • gli enti non commerciali residenti in Italia, che svolgono attività commerciali rilevante ai fini del reddito d’impresa.

In ogni caso è fondamentale che l’impresa, che richieda il beneficio, rispetti pienamente le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e sia regolare nei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

 

Soggetti esclusi dall’agevolazione per la Formazione 4.0

Non possono richiedere il bonus per l’agevolazione per la formazione 4.0 le imprese che si trovano in stato di liquidazione volontaria, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale, altra procedura concorsuale.

Sono escluse le imprese destinatarie di sanzioni interdittive (articolo 9, comma 2, del d.lgs. 231/2001), quali:

  • interdizione dall’esercizio dell’attività;
  • sospensione o la revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni funzionali alla commissione dell’illecito;
  • divieto di contrattare con la pubblica amministrazione;
  • esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e l’eventuale revoca di quelli già concessi;
  • divieto di pubblicizzare beni o servizi.

 

Come funziona il credito d’imposta per Formazione 4.0

Le spese sostenute per la formazione 4.0 devono essere riportate nella dichiarazione dei redditi e vengono riconosciute come credito d’imposta, andando a costituire una somma a credito che l’azienda vanterà nei confronti dell’Erario.

La compensazione del credito deve essere effettuata tramite il modello F24, dal periodo successivo a quello di maturazione (ossia dal 2021 per le spese sostenute nel 2020). Il credito d’imposta non può formare oggetto di cessione o trasferimento, neanche all’interno del consolidato fiscale.

 

Come usufruire del credito d’imposta 4.0

Le imprese che intendono avvalersi del credito d’imposta per la formazione 4.0 devono effettuare una comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico, per permettere a quest’ultimo di acquisire le necessarie informazioni per valutare l’andamento, la diffusione e l’efficacia dell’agevolazioni stanziate. Tale comunicazione va inviata a consuntivo, nelle modalità e tempi previsti da un decreto direttoriale che il MISE dovrà emanare nei prossimi mesi. La dichiarazione ha valore informativo, pertanto, nel caso in cui un’azienda non la effettui, non viene pregiudicato il diritto di beneficiare dell’agevolazione.

 

Credito d’imposta Formazione 4.0: esempio

Per meglio capire come poter usufruire del bonus formazione 4.0 proviamo a fare un esempio.

Supponiamo che una piccola impresa, con meno di 50 dipendenti, voglia far seguire a 10 impiegati un corso di formazione sulla cyber security, presso un ente formativo regolarmente accreditato. Il corso prevede un totale di 150 ore e un costo pari a 30.000 euro. Essendo una piccola impresa, il credito d’imposta che le verrà riconosciuto sarà pari al 50% della somma spesa ossia pari a 15.000 euro. Nel modello F24 che l’azienda presenterà nel 2021 dovrà inserire le spese effettivamente sostenute, con relativa documentazione che accerta la frequenza dei dipendenti.

 

Fonti Articolo
GAZZETTA UFFICIALE | L. 160/2019
GAZZETTA UFFICIALE | L. 205/2017
MISE | DECRETO ATTUATIVO DEL 04/05/2018
MINISTERO LAVORO E POLICHE SOCIALI | DECRETO DEL 21/11/2017



 

Vuoi saperne di più?

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci subito: siamo a tua completa disposizione!