Credito d’imposta

Si definisce “credito d’imposta” ogni tipo di credito tributario che un contribuente, sia un’azienda o un privato, vanta nei confronti dell’Erario dello Stato o di qualsiasi altro Ente Pubblico dotato di potestà tributiva-impositiva (la capacità di poter introdurre norme tributarie tramite la legge).

 

Come funziona il credito d’imposta

Solitamente sono i bandi emessi dai Ministeri, Regioni o qualsiasi altro Ente Pubblico a prevedere il credito d’imposta. I bandi determinano sempre la percentuale del credito d’imposta e il valore massimo di spese ammissibili su cui andare ad effettuare il calcolo.

Nel regolamento del bando viene dettagliata la modalità di partecipazione al bando, la modalità di richiesta del credito d’imposta e le modalità per poterne usufruirne. Solitamente consiste nella compensazione di debiti fiscali o diminuzione delle tasse dovute o anche nel diritto ad ottenere un rimborso di quanto pagato in eccesso al fisco in sede di dichiarazione dei redditi.

Credito d’imposta 4.0

Nel Piano Nazionale Transizione 4.0 previsto dal Ministero per lo Sviluppo Economico sono stati emanati molti bandi che danno crediti d’imposta, tra i quali: