Fattura split payment

Si definisce “fattura split payment” la fattura emessa da un fornitore a un Ente Pubblico (FatturaPA) soggetta a scissione dei pagamenti dove la PA versa l’IVA direttamente all’Erario e non al fornitore. La fattura split payment riporta, oltre ai dati obbligatoria previsti nelle fatture ordinarie, la seguente dicitura: “Operazione assoggettata a split payment con IVA non incassata dal cedente ai sensi dell’ex art.17-ter del DPR 633/1972“.

 

Fattura elettronica split payment

La fattura elettronica con lo split payment deve avere il tracciato della FatturaPA. Per inserire lo split payment occorre mettere nel campo “EsigibilitaIVA” nella sezione “DatiRiepilogo” il valore “S“(scissione dei pagamenti). Occorre poi fare attenzione al campo codice “Natura”: qui non devono essere presenti i valori relativi all’inversione contabile o reverse charge (da N6.1 a N6.9 secondo il nuovo tracciato XML). Inoltre nel blocco “DatiPagamento” il campo “ImportoPagamento” deve riportare solo il valore dell’imponibile ossia di quanto effettivamente dovuto al fornitore.

 

Per saperne di più:
FATTURA SPLIT PAYMENT
SPLIT PAYMENT: COS’È E COME FUNZIONA
PROROGA SPLIT PAYMENT IVA FINO A GIUGNO 2023