Lavoratore autonomo

Si definisce “lavoratore autonomo” una persona fisica che esercita un’attività lavorativa autonoma, senza alcuna subordinazione. Il lavoratore autonomo “compie un’opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente” (art. 2222 Codice Civile). Le varie figure individuabili come lavoratori autonomi sono gli imprenditori, i coltivatori diretti, i commercianti, gli artigiani, i liberi professionisti.

 

Caratteristiche del lavoratore autonomo

Il lavoratore autonomo:

  • auto-organizza il proprio lavoro decidendo l’orario di lavoro, la sede di lavoro, le modalità di svolgimento del lavoro ecc.;
  • è proprietario dei mezzi di produzione ovvero degli strumenti che servono per produrre un determinato bene o servizio;
  • si assume i rischi economici e giuridici della propria attività lavorativa;
  • il suo lavoro è misurato sui beni e servizi che riesce a vendere;
  • il compenso per la produzione effettuata viene concordato tra il lavoratore e il committente o cliente, ovvero colui per il quale si svolge il lavoro.