Società di persone

Si definisce “società di persone” la società dove l’elemento personale prevale sul capitale. Queste società non hanno personalità giuridica propria e sono dotate di un’autonomia patrimoniale imperfetta in quanto i singoli soci potrebbero essere chiamati a rispondere alle obbligazioni sociali con il proprio patrimonio personale. Nell’ordinamento italiano sono previste le seguenti tipologie:

  • società semplici (s.s.): è la forma più semplice ed è l’unica tipologia di impresa collettiva, prevista dal Codice Civile, che può che possono esercitare attività non commerciale;
  • società in nome collettivo (s.n.c.): solitamente sono società di medio-piccola dimensione, è obbligata all’iscrizione nel registro delle imprese (altrimenti è detta irregolare) e alla tenuta delle scritture contabili;
  • società in accomandita semplice (s.a.s.): hanno soci accomandatari e soci accomandanti. I primi possono amministrare la società e rispondo con responsabilità illimitata e solidale per le obbligazioni della stessa. I soci accomandanti, invece, non possono essere amministratori e rispondo limitatamente alla quota conferita nella società alle obbligazioni sociali.

 

Quali caratteristiche hanno le società di persone

Le società di persone sono caratterizzate dai seguenti aspetti:

  • per la sua costituzione non è previsto un capitale minimo e si effettua tramite scrittura privata autenticata
  • sono dotate di un’autonomia patrimoniale imperfetta: ciò significa che le obbligazioni sociali sono coperte in primis con il capitale della società (preventiva escussione del patrimonio sociale) e poi con il patrimonio personale dei singoli soci. Il concetto di preventiva escussione del patrimonio sociale garantisce il socio amministratore del fatto che soltanto quando il patrimonio della società risulti non sufficiente al pagamento di tutti i debiti, il creditore potrà valersi sul singolo patrimonio personale dei soci.
  • i soci si assumo una responsabilità:
    • illimitata: verso le obbligazioni sociali rispondo non solo con il capitale versato nella società, ma anche con il proprio patrimonio personale
    • solidale: i creditori possono richiedere il pagamento del debito a qualsiasi socio, il quale avrà poi la facoltà di regresso verso gli altri soci
    • sussidiaria: i soci concorrono con il proprio patrimonio personale, solo quando quello della società risulti insufficiente a coprire tutte le obbligazioni sociali

 

Differenza tra società di persone e società di capitali

La principale differenza tra società di persone e società di capitali è relativa all’autonomia patrimoniale: nelle prime si tratta di un’autonomia imperfetta (i soci concorrono con il loro patrimonio personale alle obbligazioni sociali) le seconde invece godono di un’autonomia perfetta (le obbligazioni sociali devono essere assolte esclusivamente tramite il capitale della società).

In secondo luogo le società di persone non hanno personalità giuridica a differenza delle società di capitali: ciò significa che la società non si distingue giuridicamente dalla personalità dei soci. Nelle società di capitali, invece, la società acquisisce una personalità giuridica distinta dalla personalità dei singoli soci.

Altra differenza è relativa alla costituzione: per far nascere una società di persone non è necessario un capitale minimo. Per le società di capitali invece è necessario versare un minimo di capitale.