Fattura elettronica: nuove specifiche tecniche da ottobre 2022

fattura elettronica

A partire dal 1 ottobre 2022, sarà necessario utilizzare la nuova versione del tracciato XML della fattura elettronica (v. 1.7.1). L’Agenzia delle Entrate ha recentemente pubblicato le nuove specifiche tecniche, spiegando anche le motivazioni alla base dell’introduzione delle novità. Il nuovo tracciato mira a ottimizzare ulteriormente il processo di fatturazione elettronica e a garantire maggiore qualità dei dati, introducendo nuovi controlli da parte del Sistema di Interscambio. Vediamo insieme le novità più importanti.

 

Nuovo tracciato fattura elettronica: le principali novità

Fattura elettronica per acquisti di beni da San Marino

Per gli acquisti di beni da San Marino viene introdotto, nel tracciato della fattura elettronica, un nuovo tipo documento per la fattura ordinaria: TD28. Con questo codice documento bisognerà identificate le operazioni di acquisto di beni da San Marino per le quali sono state ricevute fatture cartacee con indicazione dell’IVA. Per effetto della introduzione di questa nuova tipologia di fattura ordinaria,  il soggetto passivo IVA, residente o stabilito in Italia, che riceve una fattura cartacea con addebito dell’IVA da un soggetto residente a San Marino, dovrà emettere una fattura elettronica, inviandola a SdI, con Tipo documento TD28 al fine di assolvere l’obbligo di comunicazione dati relativi alle transazioni con operatori esteri.

Nel caso in cui il soggetto IVA riceva una fattura cartacea senza l’addebito dell’IVA da parte del fornitore sammarinese, allora occorrerà utilizzare il codice TD17 (Integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero) o TD19 (Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art. 17, c. 2, D.P.R. n. 633/1972), per assolvere al pagamento dell’imposta.

Per riassumere:

 

FATTURA CARTACEA DA SAN MARINOTIPO DOCUMENTO
Fattura con addebito di IVATD28
Fattura senza addebito di IVATD17 o TD19

 

Nuova codifica per il blocco AltriDatiGestionali

Il blocco AltriDatiGestionali è un campo facoltativo dove è possibile inserire dati utili alla gestione automatica della fattura elettronica. Ad esempio in questo campo si possono inserire informazioni utili per il destinatario o comunque dei riferimenti agli accordi pattuiti fra le parti. In ogni fattura elettronica si possono inserire più blocchi per ciascuna riga di fattura. Per determinate operazioni questo campo viene utilizzato per inserire dati richiesti dalla legge (ad esempio qui si inseriscono i dati relativi alla dichiarazione d’intento).

Proprio per questo ultimo fine, da ottobre è stato previsto che questo blocco venga valorizzato con la dicitura F24 quando occorre annotare in fattura l’informazione relativa all’avvenuta regolarizzazione dell’imposta a debito con versamento tramite modello di versamento F24 e per riportare in fattura il riferimento al corretto periodo di imposta dell’operazione nel caso di operazioni di estrazione beni da deposito Iva.

 

Nuovi controlli del SdI sul file XML della fattura elettronica

Con il nuovo tracciato v. 1.7.1 sul file XML della fattura elettronica viene introdotto un nuovo controllo con codice di scarto 00476 che identifica il caso in cui una fattura riporti sia nel Paese identificativo fiscale del cedente/prestatore che in quello del cessionario committente un valore diverso da IT.

Inoltre, sono stati modificati i criteri di controllo per:
– l’errore 00471, relativo ai tipi documento TD01, TD02, TD03, TD06, TD24, TD25 e TD28 (fattura ordinaria) e TD07 (fattura semplificata);
– l’errore 00472, relativo al tipo documento TD27;
– l’errore 00475, relativo al tipo documento TD28.

Sono state poi aggiornate le descrizioni dei codici errore 00473, 00401 e 00430.
 


 
Fonti articolo
AGENZIA DELLE ENTRATE | ALLEGATO A Specifiche tecniche
AGENZIA DELLE ENTRATE | Elenco aggiornamenti
 


 

Vuoi saperne di più?

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci subito: siamo a tua completa disposizione!