Le fatture elettroniche si trovano nel cassetto fiscale?

Guida alla Fattura elettronica: cos'è e come funziona

Molti si chiedono come trovare una fattura elettronica nel cassetto fiscale, ad esempio perché hanno bisogno di scaricare una fattura elettronica non ricevuta. In questo articolo vediamo come si accede ai servizi online che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione per poter scaricare le proprie fatture elettroniche.

Le fatture elettroniche si trovano nel cassetto fiscale?

La risposta corretta sarebbe ‘no’, perché dire che le fatture elettroniche si trovano nel cassetto fiscale è improprio. In realtà l’Agenzia delle Entrate dà accesso ad una serie di servizi telematici online, tra i quali troviamo l’accesso sia al cassetto fiscale sia alle fatture elettroniche. La home di questa parte del sito dell’Agenzia delle Entrate si chiama “La mia scrivania” e si presenta in questo modo:

 

Home servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate

Home Servizi Telematici dell’Agenzia delle Entrate – La mia scrivania

 

Nel menù a sinistra, sono a disposizione del contribuente varie voci per poter effettuare ogni tipo di operazione con l’Agenzia. Il cassetto fiscale, in particolare, si trova nel menù Consultazioni, mentre l’accesso all’area della fatturazione elettronica è presente nel menù Servizi per. Pertanto, anche se comunemente si dice che le fatture elettroniche sono scaricabili dal cassetto fiscale, in realtà queste si trovano in una sezione diversa e dedicata.

 

Scaricare le fatture elettroniche non ricevute

Una fattura elettronica di un fornitore può non essere recapitata al destinatario perché, ad esempio, è stato inserito un codice destinatario errato oppure perché l’indirizzo PEC dell’acquirente è piena: in questi e altri casi il Sistema di Interscambio, non riuscendo a recapitarla regolarmente, invia al mittente del documento una notifica per la mancata consegna. Sarà il fornitore stesso che dovrà avvisare il proprio cliente che la fattura elettronica è disponibile nella sua area riservata sul portale Fatture e Corrispettivi. Tutto questo quanto parliamo di fatture elettroniche tra soggetti titolari di partita IVA (Fatture B2B).

Anche i consumatori finali potranno visionare e scaricare le fatture elettroniche ricevute dai propri fornitori (Fatture B2C): ad esempio molti fornitori di servizi primari (luce, gas, telefono) recapitano le loro fatture nell’area riservata dell’utente. Ovviamente questo servizio è disponibile se il contribuente ha aderito espressamente al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici“. Di seguito vediamo quali passaggi effettuare per poter visionare e/o scaricare le proprie e-fatture.

 

 

La sezione per scaricare le fatture elettroniche

Una volta effettuato l’accesso al sito La mia scrivania, per poter accedere dal sito dell’Agenzia delle Entrate le fatture elettroniche, è possibile cliccare sul pulsante oppure sul menù di sinistra cliccare sulla sezione “Servizio per” e scegliere la voce “Fatture e corrispettivi“.

 

servizi cassetto fiscale collegamento Fatture e Corrispettivi

Servizi Cassetto Fiscale collegamento Fatture e Corrispettivi

 

Verremo portati in una schermata che si presenta così:

 

Cassetto fiscale link a Fatture e Corrispettivi

La sezione a sinistra, denominata “Le tue fatture“, è riservata agli utenti in qualità di consumatori finali (Fatture B2C): in pratica qui saranno disponibili il servizio di consultazione e di download delle fatture elettroniche relativi ai soli acquisti.

La sezione di destra, denominata “Fatture e corrispettivi“, permette di accedere ad una serie di servizi che l’Agenzia offre ai titolari di partita IVA (Fatture B2B).

 

Come scaricare le fatture elettroniche B2C

Per consultare e/o scaricare le fatture elettroniche ricevute in qualità di consumatore finale, si clicca sulla sezione “Le tue fatture” e il sistema ci mostrerà l’elenco delle fatture ricevute, come nell’esempio seguente:

 

Lista fatture elettroniche ricevute B2C

Lista fatture elettroniche ricevute B2C

 

È possibile definire un intervallo di tempo che si desidera: di default il sistema propone l’estrazione degli ultimi due mesi. Cliccando sull’ultima icona (colonna “i”), si accede alla schermata di dettaglio della singola fattura; qui è poi possibile visualizzare e fare il download del file fattura e del file meta-dati.

 

Visualizzazione e Download delle fatture elettroniche ricevute B2C

Visualizzazione e Download delle fatture elettroniche ricevute B2C

 

Come scaricare le fatture elettroniche B2B

La sezione Fatture e Corrispettivi è quella che dà accesso al relativo sito, riservato ai soggetti titolari di partita IVA. Qui è possibile effettuare una serie di operazioni, quali:

  • consultare lo stato delle domande per i contributi a fondo perduto;
  • generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche;
  • consultare i dati delle fatture elettroniche emesse e ricevute;
  • registrare l’indirizzo telematico dove ricevere le fatture elettroniche;
  • generare e trasmettere i dati delle fatture (emesse e ricevute) all’Agenzia delle Entrate;
  • trasmettere i dati delle comunicazioni periodiche IVA;
  • memorizzare e trasmettere i dati dei corrispettivi elettronici;
  • censire e attivare i dispositivi, ottenere i certificati da inserire negli stessi, per la memorizzazione e trasmissione telematica sicura dei dati dei corrispettivi telematici;
  • monitorare lo stato della trasmissione e visualizzare/scaricare le ricevute relative ai file trasmessi e/o ricevuti.

 



 

Vuoi saperne di più?

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci subito: siamo a tua completa disposizione!