Firma digitale: cosa fare per ottenerla

Firma digitale come ottenerla

Per ottenere la firma digitale occorre acquistare un kit composto da un dispositivo elettronico e da un software.

Soltanto gli enti autorizzati ( Autorità di Certificazione) possono rilasciare questi dispositivi dopo aver accertato l’identità del richiedente. Sul sito dell’Agenzia dell’Italia Digitale (AgID) è disponibile l’elenco di tutti i certificatori a cui potersi rivolgere.

In questo articolo vedremo i seguenti argomenti

Firma digitale: i dispositivi elettronici

Esistono vari dispositivi elettronici fra i quali scegliere a seconda delle proprie esigenze.

Smart Card
Si tratta di una scheda dotata di un chip che va collegata al pc tramite un apposito lettore; sullo steso pc è necessario installare anche il relativo software. Nel momento in cui occorrerà firmare un documento basterà aprire questo software, caricare il documento, inserire la smart card nel lettore (collegato al pc) e confermare la procedura di firma.
Business Key
(Token USB)
Si tratta di una chiavetta usb con un software preinstallato (che non sarà quindi necessario installare sul pc) che basterà inserire nella porta USB dello stesso pc per apporre velocemente la firma digitale sui vari documenti.
Firma Remota
(Smartphone)
Permette di firmare digitalmente un documento utilizzando il proprio smartphone. In questo caso, il certificato di firma digitale sarà protetto sui server dell’Autorità di Certificazione da cui si acquista il servizio, che ne garantirà la totale sicurezza e custodia. Per firmare un documento, sarà inviata di volta in volta una richiesta al servizio che restituirà una password temporanea (OTP) via SMS.

Come ottenere la firma digitale

Una volta scelto il kit che meglio si adatta alle proprie esigenze, si potrà procedere al relativo acquisto, solitamente online, dopo aver creato un account sul sito dell’ente prescelto. Verranno richiesti i dati personali con un documento di identità valido, di modo che il provider possa verificare l’identità del richiedente prima di attivare il kit.

La verifica dell’identità può avvenire attraverso uno dei seguenti modi:

Pubblico Ufficiale
con il proprio documento di identità e la documentazione inviata dall’ente certificatore si dovrà andare presso il proprio Comune, dove un Pubblico Ufficiale provvederà alla relativa identificazione
Corriere o ufficio postale
occorrerà andare presso un corriere o un ufficio postale, al quale l’ente certificatore spedirà il kit, e completare l’identificazione, tramite un documento di identità valido
A domicilio
tramite il postino che consegnerà direttamente presso il proprio domicilio il kit, si provvederà all’identificazione con documento d’identità valido, firmando la documentazione recapitata insieme al kit
Riconoscimento web
direttamente online con un operatore dell’Ente certificatore.

Dopo aver concluso la fase dell’accertamento dell’identità del richiedente, si attiverà il kit di firma digitale, seguendo le istruzioni che l’ente prescelto avrà inviato. Una volta attivato il kit, l’ente certificatore provvederà a inviare un PIN identificativo generato tramite doppia chiave: quella privata che rimarrà segreta e quella pubblica che verrà inviata all’ente stesso per l’emissione del relativo certificato che servirà per la verifica della firma digitale.

Infine il certificatore potrà generare e pubblicare il certificato contenente i dati del titolare della firma digitale insieme alla sua chiave pubblica che servirà poi ai destinatari dei documenti  per la  verifica dell’autenticità della firma stessa.

Anche le Camere di Commercio possono rilasciare la firma digitale

La firma digitale può essere richiesta anche presso la Camera di Commercio della provincia di residenza e viene rilasciata tramite la Carta Nazionale dei Servizi o CNS utilizzando uno dei seguenti dispositivi elettronici:

Smart-card
una tessera con relativo microchip più un apposito lettore da installare sul proprio computer
Token USB
una chiavetta USB che invece non richiede l’installazione di altri dispositivi

La CNS contiene un certificato di autenticazione, che permette l’accesso ai servizi web della Pubblica Amministrazione, e un certificato di sottoscrizione, che potrà essere utilizzato per firmare digitalmente i documenti informatici.

Normalmente, le Camere di Commercio concedono gratuitamente il primo rilascio della smart card CNS; il Token USB, invece, viene fornito a fronte del pagamento di un corrispettivo, ridotto in caso di primo rilascio.

In ogni caso per avere maggiori informazioni occorre visitare il sito della Camera di Commercio della propria provincia in quanto le modalità di erogazione del servizio cambiano da ente a ente.

Vuoi saperne di più



 

Vuoi saperne di più?

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci subito: siamo a tua completa disposizione!