Fondo Nuove Competenze: come funziona?

Fondo nuove competenze

Fino al 30 giugno 2021 sarà possibile fare le domande per accedere all’agevolazione prevista dal Fondo Nuove Competenze. Questo aiuto alle imprese nasce in seguito alle difficoltà determinate dalla pandemia Covid19: il suo obiettivo è quello di permettere alle società di creare nuove competenze tra i propri lavoratori, i quali impiegano parte dell’orario di lavoro nella formazione. Queste ore di formazione, e i relativi contributivi previdenziali, sono finanziati dal fondo stesso. In questo articolo vediamo come poter accedere all’agevolazione sul lavoro.

 

Fondo Nuove Competenze: cos’è e come funziona

È stato l’articolo 88 del Decreto Rilancio (L. 34/2020) a stanziare 230 milioni di euro e a costituire, presso l’Agenzia Nazionale delle Politiche Attive del Lavoro (ANPAL), il Fondo Nuove Competenze (FNC) per far fronte alla crisi epidemiologica.  In seguito il Fondo è stato rifinanziato dal Decreto Agosto (DL 104/2020) con ulteriori 200 milioni  per l’anno 2020 e altri 300 milioni per il 2021. Con Decreto Interministeriale (Ministero del lavoro e delle politiche sociali e il Ministero dell’economia e delle finanze) del 22 gennaio 2021 è stata prorogata la data termine di presentazione delle domande: dal 31 dicembre 2020 al 30 giugno 2021.

In sostanza il FNC elargisce dei contributi finanziari a quei datori di lavoro privati che stipulano accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro, affinché il proprio personale possa acquisire nuove competenze lavorative attraverso un piano formativo. Il Fondo finanzia anche percorsi di ricollocazione dei lavoratori. Questa esigenza, come già detto, è sorta per molte imprese a seguito delle cambiate necessità organizzative e produttive determinate dal peso che il coronavirus sta avendo nel settore economico-aziendale italiano.

Per poter accedere al finanziamento occorre fare apposita domanda ad ANPAL presentando un progetto formativo che riguardi i propri lavoratori. In particolare il progetto di formazione deve indicare:

  • come saranno migliorate le competenze dei lavoratori, anche mediante servizi di individuazione e valorizzazione delle competenze
  • lo scopo dello sviluppo delle competenze;
  • il numero dei lavoratori coinvolti nell’intervento;
  • il numero di ore dell’orario di lavoro da investire per lo sviluppo delle competenze;
  • nei casi di erogazione della formazione da parte dell’impresa, la dimostrazione del possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali di capacità formativa per lo svolgimento del progetto stesso.

Per ogni lavoratore si possono destinare al massimo 250 ore formative. Il progetto formativo, inoltre, deve indicare con precisione quali sono le nuove competenze necessarie all’azienda a seguito dell’introduzione di nuova organizzazione, di adozione di nuove tecnologiche, di cambiamento di processo produttivo o di servizio, cambiamenti determinati a seguito della crisi epidemiologica. Questi progetti possono poi prevedere anche lo sviluppo di competenze dei lavoratori al fine di promuoverne la ricollocazione.

È bene precisare che il Fondo non finanzia il costo della formazione, bensì il costo delle ore di lavoro dei dipendenti che partecipano alle attività formativi quindi: la retribuzione + i contributi previdenziali e assistenziali relativi alle sole ore di formazione.

Chi può usufruire del Fondo Nuove Competenze

Il finanziamento per le nuove competenze è destinato a tutti i datori di lavoro privati che abbiano dipendenti assunti con il CCNL e che entro il 30 giugno 2021 sottoscrivono accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro. Non solo le imprese, quindi, ma anche i liberi professionisti purché rispettino tutte le condizioni.

Questi accordi possono essere stipulati a livello aziendale o territoriale da associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori oppure dalle loro rappresentanze sindacali operative in azienda, ai sensi della normativa e degli accordi interconfederali vigenti. Non possono accedere al finanziamento erogato dal Fondo i datori di lavoro che già hanno finanziamenti pubblici per le stesse ore rimodulate (si pensi ai finanziamenti regionali che riconoscono non solo il costo dei formatori, ma anche quello relativo al costo del lavoro).

Come presentare la domanda per accedere al FNC

Dal 18 gennaio 2021 la domanda va presentata telematicamente sul sito di ANPAL nella sezione MyAnpal, dove è presente un sistema dedicato alla presentazione e gestione delle istanze di contributo e delle richieste di saldo. Alla sezione dedicata si accede tramite SPID. Si può fare un’istanza singola, se è la singola azienda a richiedere l’agevolazione, altrimenti cumulativa che può essere presentata dalla società capogruppo, tramite un suo rappresentate legale, o dai legali rappresentanti del Fondo Paritetico Interprofessionale o del Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori (fondi istituiti per la promozione della formazione ai lavoratori dipendenti).

Quando si effettua l’istanza occorre allegare, per la singola azienda o per ciascuna delle aziende facenti parte del gruppo:

  • l’accordo collettivo di rimodulazione dell’orario di lavoro;
  • il progetto formativo;
  • l’elenco dei lavoratori coinvolti.

È possibile presentare una nuova domanda per accedere al FNC, purché questa riguardi dei lavoratori diversi da quelli indicati nella prima istanza.

I soggetti che possono erogare percorsi formativi

I soggetti che possono formare i dipendenti nel progetto del Fondo Nuove Competenze possono essere:

  • enti pubblici o privati purché abbiano l’accreditamento a livello nazionale o regionale come enti formatori; sono incluse anche le università statali e non statali legalmente riconosciute, gli istituti di istruzione secondaria di secondo grado, i Centri per l’Istruzione per Adulti (CPIA), gli Istituti Tecnici Superiori (ITS), i centri di ricerca accreditati dal Ministero dell’Istruzione, anche in forma organizzata in reti di partenariato territoriali o settoriali.
  • la stessa impresa che fa domanda di finanziamento. In quest’ultimo caso non sono richiesti dei requisiti particolare da parte dell’azienda. Questa scelta rientra nella negoziazione con le rappresentanze sindacali aziendali; in ogni caso la società che opta per questa possibilità si assume la responsabilità di erogare correttamente la formazione ai dipendenti.

 

Come viene erogato il contributo per le attività formative

Dopo un’approfondita istruttoria, il rimborso viene quantificato e autorizzato da ANPAL; la sua effettiva erogazione invece avviene ad opera dell’INPS con bonifico sull’IBAN indicato dall’azienda stessa. Questa erogazione avviene in due momenti diversi:

  • un anticipo viene erogato all’accettazione della domanda per un contributo pari al 70% del totale concesso;
  • il saldo va richiesto quando le attività formative sono state completate, tramite il relativo modello di richiesta saldo.

Quest’ultimo modello va compilato e presentato al massimo entro 20 giorni di calendario dalla  conclusione della formazione. Oltre alla domanda vanno allegati i seguenti documenti:

  • le attestazioni/certificazioni delle competenze acquisite dai singoli lavoratori;
  • l’elenco dei lavoratori coinvolti, indicando per ognuno di essi il livello contrattuale e il numero di ore dell’orario di lavoro effettivamente ridotte e impiegate nei percorsi di sviluppo delle competenze;
  • le informazioni sui lavoratori partecipanti necessarie (ad esempio il codice fiscale, Codice ISTAT della residenza, Codice ISTAT del domicilio, eccetera).

 

Quanto tempo può durare il progetto formativo finanziato dal FNC?

Secondo quanto chiarito da ANPAL circa le tempistiche, le attività di sviluppo delle competenze devono durare al massimo 90 giorni a far data dall’approvazione della domanda. Questo termine diventa 120 giorni se la domanda è stata presentata Fondi Paritetici Interprofessionali e dal Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori.

Fonti articolo
GAZZETTA UFFICIALE | DL 34/2020
GAZZETTA UFFICIALE | DL 104/2020
DECRETO INTERMINISTERIALE DEL 22/01/2021
ANPAL | AVVISO SU FNC
ANPAL | DOCUMENTAZIONE SU FNC



 

Vuoi saperne di più?

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci subito: siamo a tua completa disposizione!