Imposta di bollo forfettari: come e quando pagarla

Regime forfettario

L’imposta di bollo rientra fra le imposte indirette e colpisce, quindi, indirettamente la capacità contributiva di un soggetto. Dal 1 gennaio 2024 scatta l’obbligo della fatturazione elettronica anche per tutti i forfettari, a prescindere dal reddito fatturato; pertanto è obbligatorio apporre la marca da bollo virtuale sulle fatture elettroniche emesse.

In questo articolo vediamo come devono gestire l’imposta di bollo i contribuenti forfettari.

 

Come si gestisce l’imposta di bollo per i forfettari

L’imposta di bollo che si deve pagare per ogni fattura emessa è pari a 2 euro ed è obbligatoria quando il valore totale del documento commerciale è superiore a  77,47 euro. Il professionista o lavoratore autonomo può decidere se addebitare o meno l’importo al cliente.

 

Imposta di bollo virtuale su fatture elettroniche

Dal 1 gennaio 2024 è scattato l’obbligo della fatturazione elettronica per tutti i forfettari . Pertanto pagare l’imposta di bollo è quella virtuale ossia la gestione della tassa deve essere esclusivamente telematica.  Il forfettario, infatti, dovrà provvedere al versamento dell’imposta secondo le seguenti scadenze:

  1. I Trimestre: entro il 31 maggio; se l’imposta dovuta per il I trimestre non supera i 5.000 euro allora il termine si può spostare al 30 settembre (limite innalzato da 250 a 5.000 euro dall’articolo 3 del Decreto SemplificazioniD.L. 73/2022, convertito nella L. 122/2022);
  2. II Trimestre: entro il 30 settembre; se l’imposta dovuta per il I e II trimestre non supera i 5.000 euro allora si potranno pagare entrambi i trimestri entro il 30 novembre;
  3. III Trimestre: entro il 30 novembre;
  4. IV Trimestre: entro il 28 febbraio dell’anno successivo.

Il versamento dell’imposta può essere fatto tramite Modello F24 oppure con addebito sul conto corrente bancario o postale. I codici tributo da utilizzare sono i seguenti:

  • Codice tributo 2521 – “Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – I trimestre
  • Codice tributo 2522 – “Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – II trimestre
  • Codice tributo 2523 – “Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – III trimestre 
  • Codice tributo 2524 – “Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – IV trimestre
  • Codice tributo 2525 – “Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – sanzioni
  • Codice tributo 2526 – “Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – interessi.

Nel caso in cui il contribuente non versi l’imposta di bollo o versi un importo inferiore al dovuto, l’Agenzia delle Entrate invia una comunicazione alla PEC del professionista indicando l’importo dovuto, la sanzione e gli interessi da versare. Il forfettario ha tempo 30 giorni per fornire chiarimenti all’Agenzia.

 

 

Pagamento imposta tramite Fatture e Corrispettivi

Oltre che con il Modello F24, l’imposta di bollo può essere pagata anche direttamente dal sito di Fatture e Corrispettivi. Vediamo passo per passo come fare.

  1. Dopo essersi loggati al sito, occorre cliccare sulla sezione Fatturazione elettronica e altri dati dati IVAIl sistema ci porterà in una schermata dove troviamo il seguente riquadro:

 

Pagamento imposta di bollo virtuale regime forfettario da Fatture e Corrispettivi

Pagamento imposta di bollo virtuale regime forfettario da Fatture e Corrispettivi

 

Cliccando sulla voce Pagamento imposta di bollo la schermata che segue permette di scegliere il trimestre che si intende calcolare e pagare:

 

Pagamento imposta di bollo virtuale per trimestre regime forfettario da Fatture e Corrispettivi

Pagamento imposta di bollo virtuale per trimestre regime forfettario da Fatture e Corrispettivi

 

In automatico il sito calcola quante fatture valide sono state emesse nel trimestre scelto e l’imposta totale da pagare. Dal sito è possibile pagare direttamente l’importo calcolato: basta indicare l’IBAN del conto corrente del contribuente sul quale verrà addebitata l’imposta dovuta.

 

Pagamento imposta di bollo virtuale per trimestre regime forfettario da Fatture e Corrispettivi: indicazione IBAN

Pagamento imposta di bollo virtuale per trimestre regime forfettario da Fatture e Corrispettivi: indicazione IBAN

 

Imposta di bollo forfettario è reddito?

In merito all’imposta di bollo addebitata in fattura al cliente dal contribuente forfettario, l’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un interpello (n. 428/2022),  ha sostenuto che l’imposta di bollo concorre a formare il valore del reddito imponibile e va, quindi, assoggettata all’imposta sostitutiva, in quanto parte integrante del compenso e di conseguenza assimilata ai ricavi.

 



 

Vuoi saperne di più?

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci subito: siamo a tua completa disposizione!